LETTERA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Data: 27/09/2020

Cari alunni, gentili genitori, docenti e signori del personale ATA, da pochi giorni ho assunto l’incarico come Dirigente Scolastico di questo istituto e prima dell’inizio di questo anno, che potrebbe essere difficile al pari di quello appena trascorso, desidero far arrivare ad ognuno di voi il mio saluto.

Quelli appena trascorsi sono stati mesi lunghi e difficili di distanza, motivata da una situazione di emergenza sanitaria che non si è ancora conclusa. La pandemia ha profondamente cambiato il nostro modo di vivere e, speriamo, di pensare: ci siamo accorti che è necessario sentirsi responsabili della salute nostra e del prossimo.

La scuola sta facendo la sua parte: stiamo organizzando gli spazi dei nostri plessi per consentire un accesso sicuro; saranno controllati con attenzione i movimenti di ingresso ed uscita dalle aule; saranno contingentati i movimenti nei corridoi; ogni alunno avrà, quando disponibile, un suo banco monoposto.

“Noi ci siamo”. In presenza o a distanza faremo del nostro meglio!

Il mio pensiero va innanzitutto a voi, studentesse e studenti, che siete chiamati oggi più di sempre a essere responsabili della vostra salute e di quella di chi vi sta intorno. La mia fiducia in voi è totale come quella della senatrice Segre che afferma “E poi ci sono i ragazzi. Non ci sono solo quelli che vanno in discoteca appiccicati, rischiando di trasmettere il Covid, il nostro nemico invisibile, ai nonni e ai genitori. Ce ne sono di meravigliosi”, capaci di gesti di grande coraggio “come Enea che non lascia indietro il padre Anchise nella fuga da Troia in fiamme”. Non basta… dovete essere protagonisti della vostra istruzione, in presenza e/o a distanza, che non può prescindere da una partecipazione e un impegno costanti e da uno studio assiduo e proficuo, che farà di voi delle donne e degli uomini migliori.

A voi genitori rivolgo un accorato invito a condividere, ancora più del solito, le scelte che ci consentiranno un rientro a scuola quanto più possibile sicuro, rispettando tutte le indicazioni sanitarie che verranno date.

Tutte le componenti della scuola assolveranno al loro compito di agenzia educativa se, come il colibrì dell’incendio nella foresta, ognuno farà la propria parte.

È per me impossibile terminare questa lettera senza ringraziare tutte persone che, con funzioni diverse, stanno supportando il miglioramento continuo di questa Istituzione Scolastica: il DSGA, i miei collaboratori, i docenti, gli assistenti amministrativi e tutti i collaboratori scolastici e l’amministrazione comunale.

Anche a voi studenti chiediamo di “esserci”: di rispettare le regole di comportamento previste e di seguire sempre e comunque le istruzioni ricevute dai docenti e dal personale ATA, di rendere vivo e concreto il binomio insegnamento-apprendimento e, nel caso di periodi di didattica a distanza, di profondere il massimo dell’impegno possibile.

A voi famiglie chiediamo di mettere in atto oggi più che mai una fattiva alleanza educativa.

Ogni anno, ma principalmente quest’anno, con il primo giorno di scuola, inizia per i vostri figli, nostri alunni, un “viaggio” che, se vissuto in modo completo e costruttivo, permetterà loro di spiccare il volo verso una vita piena da ogni punto di vista. Questo giorno rappresenta, anche per noi adulti, l’inizio di un nuovo ed importante “viaggio”

Personalmente non ho mai avuto timore delle situazioni complesse, perché nella mia filosofia di vita ho sempre cercato di vedere il “bicchiere mezzo pieno” e di affrontare gli inevitabili scogli quotidiani con la determinazione necessaria per sormontarli contro ogni avversità ed ostacoli.

“Una comunità educante è un’orchestra che suona la stessa sinfonia.”

Noi ci stiamo provando! Insieme ce la faremo!